Attività e Progetti

Laboratorio di Terapeutica Artistica, Accademia di Belle Arti di Brera – Milano a cura di Arianna Casi (Progetto di Tesi 2018-2019)
Con la collaborazione di Juri Merati e Monica Simeoni

Presso l’Associazione di Promozione Sociale Progetto Aisha

Focus di questo laboratorio sono state donne musulmane che hanno subito violenza e discriminazione. L’obiettivo è stato quello di realizzare un laboratorio che stimolasse un processo di conoscenza e di conseguenza di coesione sociale e che potesse essere nella sua opera finale strumento di sensibilizzazione rivolto alla comunità. È stato un percorso in cui si sono intrecciati l’atto creativo, la condivisione e l’ascolto di sé e dell’altro.

BicicletTiamo

Ogni anno, dal 2016, Progetto Aisha chiama a raccolta persone di tutti i credi e tutte le provenienze per un’esperienza unica e irripetibile. Andare in bicicletta assieme, libere di poterlo fare sempre e comunque. Da Via Padova a Porta Venezia, tutti gli anni, ci si riunisce per percorrere, assieme, circa 8 chilometri. L’iniziativa fu lanciata a seguito di un’affermazione che metteva in dubbio la “possibilità”, da parte di una donna musulmana, di poter andare in bicicletta. Da allora, tutto il resto, è storia. La prima edizione di questa fantastica avventura si tenne il 13 marzo 2016. La stampa rende omaggio, ogni anno, a questa iniziativa su varie testate (Repubblica, Huffington Post, Striscia la Notizia, etc…). L’evento si tiene, di solito, a marzo tramite. Le iscrizioni vengono pubblicizzate sul sito, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram. Le adesioni avvengono tramite compilazione di modulo che viene pubblicizzato sui nostri profili. Uno degli slogan dell’iniziativa, tra i tanti, fu: “Il velo non ci frena”. E, così come il velo, nulla deve mai frenare le donne, nell’intento di raggiungere i propri obiettivi.

Alleanze dei corpi

Le donne, il corpo, la danza e le nuove cittadinanze, protagonisti in un nuovo progetto partecipativo e formativo per la scrittura di una Milano plurale. Progetto Aisha collabora insieme a “Le Alleanze dei Corpi” con incontri, laboratori, walk in experience e performance.
Nato dalla direzione artistica di Ariella Vidach, il progetto che intende lavorare, attraverso un percorso di natura laboratoriale e partecipativa, con le comunità di cittadine immigrate che vivono nel quartiere di Via Padova, esplorando la rappresentazione del confine fisico, psicologico, territoriale, linguistico, individuando il corpo come campo di percezione e indagine privilegiato. Esiste un codice gestuale, proprio di ciascuna comunità e di ciascuna cultura, che si esprime attraverso esperienze condivise e modi propri; in quest’ottica la danza, il canto, l’arte divengono elementi di potenziale contatto tra culture, strumento di risposte all’oblio e alla perdita di memoria così pericolosamente presenti nella condizione migrante. Iscrizione: info@aiep.org

Progetto I WORK - Persone svantaggiate e lavoro: un incontro possibile

Progetto promosso dal Centro UmanaMente di Milano
Obiettivo generale:
incentivare donne e uomin di qualsiasi nazionalità che vivono situazioni di disagio economico, culturale, sociale, emotivo a migliorare la propria situazione sociale con l’attivazione di percorsi formativi e l’inserimento lavorativo.

Progetto UMANAMONDO

In collaborazione con il Centro UmanaMente: progetto UMANAMONDO, integrazione e prevenzione in età evolutiva.
OBIETTIVI GENERALI:
 Individuazione e sostengo alle difficoltà di integrazione e dei disturbi in età evolutiva del bambino e dell’adolescentein un’ottica di educazione inclusiva della diversità, di promozione del rispetto delle differenze e di tolleranza che favorisca l’inclusione sociale e scolastica dei minori in sinergia con la famiglia, i medici pediatri di base e la scuola alfine di stimolare i processi di crescita, integrazione, socializzazione e contrastare efficacemente le situazioni di disagio, di svantaggio socioculturale e, nei casi più gravi, di vera e propria psicopatologia ed emarginazione.
Monitoraggio e individuazione di casi critici (minori adolescenti e famiglie) nei quali si riscontrano presenze di qualunque forma di violenza di genere.

LE SEDIE Work in progress teatrale contro la violenza di genere da San Vittore alle periferie

Il Laboratorio teatrale LE SEDIE viene sviluppato dalla compagnia del CETEC (Centro Europeo Teatro e Carcere) Dentro/Fuori San Vittore in diverse tappe programmate nelle periferie della città di Milano di particolare rilevanza la tappa realizzata in collaborazione con la comunità islamica grazie a Progetto Aisha.
LE SEDIE islamica, pensata con la collaborazione dell’ associazione Progetto Aisha, insieme ad esperti di comunicazione e design, artisti e fotografi, la raccolta di nuove storie di violenza e di denuncia, dialogando sul piano delle diverse culture e religioni, creando una nuova scrittura scenica di impatto anche visivo oltre che teatrale.
In questo baratto di conoscenza e culture, di storie e di speranza, AISHA offre alle attrici detenute di San Vittore e sul territorio milanese in particolare di via Padova/Adriano/Rizzoli una propria via: percorsi di salute e benessere che si consolidano attraverso proposte di laboratori psicodinamici di arte terapia e di danza terapia. Una via che andrò ad incontrare quella teatrale e poetica del Cetec e degli alletimenti scenici di design curati dall’ associazione culturale T12-lab e comunicati da BitCafé.